Trentino Sviluppo

Visit Trentino
Visit Trentino

Trentino Startup Valley: TxC2 e Detecta vincono il Demo & Validation Day

26/02/2021 - 8 startup finaliste, 2 round di presentazione e un premio complessivo di 45 mila euro alle migliori proposte. Sono questi i numeri del secondo evento online di Trentino Startup Valley svoltosi nella serata di giovedì 25 febbraio. Il Demo & Validation Day ha rappresentato un momento importante nel percorso di accompagnamento per nuove imprese tecnologiche gestito da Trentino Sviluppo e da HIT - Hub Innovazione Trentino. Tanti i settori rappresentati dalle startup finaliste, che spaziavano dall’analisi dei dati al machine learning applicati all’agricoltura, dal turismo all’istruzione, alla salute. Ad aggiudicarsi il podio del Validation Day, tra le quattro proposte ormai pronte a presentare i loro prodotti al mercato, dopo un anno di formazione e tutoraggio, è stata TxC2 con il suo software innovativo per la formazione a distanza; la startup ha vinto un premio in denaro di 20 mila euro. Tra le quattro idee d’impresa avviate nel 2020 presentate invece al Demo Day, la più promettente secondo la giuria è stata Detecta, con la sua metodologia computazionale applicata alle biopsie liquide per la diagnosi precoce e il monitoraggio dei pazienti oncologici.

«Questo appuntamento rappresenta una tappa importante nell’ambito di Trentino Startup Valley, un ambiente protetto per le imprese innovative che fotografa il mondo dell’innovazione e della ricerca trentina messo a fuoco con dal Form della ricerca con la “Carta di Rovereto”. L’auspicio è che, grazie al supporto nell’acquisizione di nuove competenze manageriali e nella fase di validazione ricevuto durante il percorso, i giovani imprenditori possano ora lanciare con successo il loro prodotto sul mercato». Questo l’augurio che Achille Spinelli, assessore allo Sviluppo economico, ricerca e lavoro della Provincia autonoma di Trento, ha rivolto alle otto startup finaliste del percorso Trentino Startup Valley, aprendo l’evento del Demo & Validation Day.
Soddisfatto anche il business angel Francesco Mantegazzini, presidente di giuria, che ha spiegato: «Questo è un programma molto intenso, tanto che non tutti ce la fanno a portarlo a termine. Le startup che sono riuscite ad arrivare in fondo hanno dimostrato di essere molto cambiate e maturate rispetto a quando sono partite».
E proprio la capacità di “pivottare”, ovvero di cambiare rotta per adattarsi alle esigenze del mercato, è la motivazione che ha spinto a premiare – nell’ambito del Validation Day – la startup TxC2, già vincitrice, nel giugno scorso, del primo Demo Day di Trentino Startup Valley. La ricercatrice informatica Hwang Hyeon Kyeong, formatasi presso il Dipartimento di Ingegneria e Scienza dell’informazione dell’Università di Trento e il matematico e consulente OCSE Tiziano Lattisi, era entrati nel programma con uno smart box per la formazione a distanza che permette di creare annotazioni in tempo reale e pillole riassuntive personalizzate al termine di ogni lezione. “Un’accurata analisi del mercato, particolarmente complesso ed esigente – si legge nella motivazione della giuria - ha convinto gli startupper a concentrarsi meno sull’hardware, come ipotizzato all’inizio, per puntare invece tutta l’attenzione sullo sviluppo del software. Uno sforzo accompagnato da un’impressionante capacità di apprendimento anche relativamente alla presentazione e comunicazione dell’idea, che ha permesso alla startup di gettare le basi per proficue relazioni commerciali con clienti prestigiosi, tra cui diverse università”.
TxC2 si è aggiudicata un premio in denaro del valore di 20 mila euro, da utilizzare per lanciare il proprio kit di e-learning sul mercato. Al secondo posto sul podio del Validation Day, premiata con 10 mila euro, la soluzione che usa l’intelligenza artificiale per la depurazione delle acque proposta da DCube. Al terzo, con un premio di 5 mila euro, Tessa con il suo sistema che aiuta gli agricoltori a risparmiare sull’irrigazione e la fertilizzazione delle colture.
Al Demo Day, tra le nuove proposte d’impresa nate nel corso del 2020, è stata invece premiata Detecta, alla quale è andato un gettone del valore di 4 mila euro da spendere per acquisire servizi ad alto valore aggiunto. La startup, fondata dai ricercatori del Dipartimento di Biologia Cellulare, Computazionale e Integrata – CIBIO dell’Università di Trento, Nicola Casiraghi e Alessandro Romanel, applica metodologie informatiche per il riconoscimento delle firme molecolari oncologiche rilevate nel materiale genetico isolato e sequenziato da un prelievo di sangue, anziché da biopsie più invasive, per diagnosi precoci e monitoraggio durante il decorso clinico del paziente. «Si tratta – recita la motivazione della giuria – di un’idea innovativa, con un business model che dovrebbe rendere l’iniziativa facilmente scalabile e che ovvia ad un ostacolo molto rilevante nel campo della diagnostica oncologica».
Ulteriori informazioni su www.trentinostartupvalley.it

Immagini e interviste a cura dell’Ufficio Stampa


Torna all'elenco Indietro